Per offrirti una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Per saperne di più e per sapere come modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

ACCETTA RIFIUTA
Salute

PULIZIA DEL NASINO: UNA ROUTINE QUOTIDIANA



Per prevenire raffreddori e allergie e per mantenere pulite le fossi nasali, la pulizia del nasino dovrebbe essere un gesto di igiene quotidiana da compiere sin dai primi giorni di vita del bambino a prescindere dal fatto che il piccolo sia raffreddato o meno.
Il lavaggio nasale, infatti, aiuta il piccolo a respirare meglio e protegge le prime vie di accesso a virus, batteri e agenti inquinanti.
Per effettuare il lavaggio è possibile utilizzare una soluzione fisiologica specifica per bebè che si trova facilmente in farmacia e può essere usata sin da subito senza problemi.
 
Sotto ai 2 anni
Per effettuare il lavaggio nasale nei bambini sotto ai 2 anni, si consiglia di far sdraiare il bambino su un lato (sul lettino o il fasciatoio), girandogli la testina di fianco e inserendo la fialetta nella narice superiore. Quindi, si preme la fialetta in modo che la soluzione defluisca dall’altra narice, ripetendo l’operazione per entrambe le narici.
Se insieme alla fisiologica dovesse fuoriuscire anche del muco, ripetere l’operazione fino a quando questi non diventa limpido.
Per facilitare l’operazione è possibile utilizzare anche una siringa (privata dell’ago) che aiuta a far defluire meglio il liquido facendolo passare da una narice all’altra.

Sopra ai 2 anni
A prescindere dal loro grado di collaborazione e indipendentemente dal tipo di soluzione utilizzata, i bambini sopra i 2 anni possono effettuare il lavaggio nasale rimanendo in posizione seduta o in piedi sul lavandino.
La testa va inclinata da una parte e lo spray /fialetta va posizionato nella narice superiore.
Al termine del lavaggio, è importante che il bambino si soffi il naso chiudendo ora una narice poi l’altra.
 
Quante volte va effettuate la pulizia del nasino?
Se il bambino sta bene e se, quindi, il lavaggio nasale viene effettuato a scopo preventivo, due volte al giorno sono più che sufficienti. Si può fare al mattino dopo la prima poppata e il cambio del pannolino e la sera prima della nanna per aiutare il piccolo a respirare meglio durante la notte.
In caso di raffreddore o allergie, invece, l’operazione va ripetuta più volte al giorno, avendo cura di far uscire, ogni volta, tutto il muco.

L’igiene quotidiana del nasino: per prevenire ed evitare problemi e allergie.