Per offrirti una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Per saperne di più e per sapere come modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

ACCETTA RIFIUTA
Salute

LA VALIGETTA DEL PRONTO SOCCORSO



Tra i bagagli indispensabili per affrontare al meglio una vacanza con i bambini, non può senz'altro mancare la valigetta del pronto soccorso, con tutti i farmaci e gli strumenti che possono essere utili quando si è lontano da casa per affrontare le emergenze ed eventuali piccoli problemi che possono insorgere durante l'estate.
Ecco come organizzarla al meglio, tenendo conto anche della stagione e delle necessità specifiche del bambino.

NON POSSONO MANCARE

  • Un disinfettante e batuffoli di cotone per pulire eventuali tagli e ferite immediatamente prima che possano fare infezione.
  • Cerotti di varie dimensioni è consigliata per arrestare la fuoriuscita del sangue e per eventuali ferite al piede causate da passeggiate molto lunghe.
  • Se il bambino soffre di cinetosi, ossia mal d’auto, di mare, di aereo o di treno, fondamentale avere con sé una scatola di farmaci anticolinergici, in grado cioè di prevenire l’insorgenza della nausea.
  • Un termometro, sperando di non averne bisogno, ma ingombra poco e averne due o più in casa è del tutto inutile.
  • Una confezione di antipiretici per abbassare una febbre improvvisa. 
UTILI IN ALCUNE SITUAZIONI
  • Se il bambino dovesse ammalarsi (febbre, raffreddore, tosse, mal di gola, mal d’orecchie… tra i malanni più comuni), sarete sempre in tempo a rivolgervi alla farmacia del posto in cui vi trovate per acquistare il farmaco più adatto a seconda del tipo di disturbo (eventualmente, potreste portare con voi un promemoria con il nome dei medicinali che usate a casa normalmente). In alcuni casi, però, (per esempio, se alloggiate in una struttura piuttosto distante da un centro abitato, siete in un Paese straniero di cui non conoscete le abitudini sanitarie…) potrebbe rivelarsi utile portare con sé tutti i medicinali del caso (antifebbrilipastiglie per il mal di golasciroppo per la tossegocce per il mal d’orecchie e fermenti lattici in caso di diarrea e disturbi gastrointestinali).
  • Se viaggiate in estate, indispensabili anche i repellenti contro gli insetti: creme, spray e stick per il dopo-puntura. Per i più piccoli, in commercio troverete baby-cerotti antizanzara che rilasciano oli naturali lenitivi e rinfrescanti contro il prurito e i fastidi causati dalle punture.
  • Per vacanze al mare e in montagna, non scordate le creme solari a elevato fattore protettivo (sarebbe meglio acquistare in farmacia quelle destinate ai più piccoli) e le creme doposole.
SOLO IN ALCUNI CASI
  • Se la vostra meta è la montagna e pensate di impegnarvi in lunghe camminate attraverso boschi e sentieri, portate sempre con voi il siero antivipera. A questo proposito, da sapere che in commercio esiste un kit “aspiraveleno” che consiste in una siringa dotata di boccagli in plastica di diversa foggia e grandezza che consente, appunto, di aspirare il veleno senza avvicinare le mucosa della bocca alla parte infetta.
  • Se vi recate in Paesi esotici in cui le condizioni igieniche sono precarie, portate con voi una o due confezioni di alviettine disinfettanti e, se il bimbo è ancora neonato, una scatola di compresse per la disinfezione rapida di poppatoi e tettarelle.
  • Se il bambino soffre di allergie è necessario avere sempre con sé il farmaco normalmente utilizzato a casa in caso di problemi o sfoghi. Stessa cosa dicasi se il bambino ha patologie particolari, è bene avere sempre dietro la prescrizione medica per poter intervenire immediatamente.

Come organizzare la valigetta del pronto soccorso da portare con sé in vacanza e non avere problemi.