Per offrirti una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull’uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito utilizza cookie anche di terze parti. Per saperne di più e per sapere come modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

ACCETTA RIFIUTA
Tempo Libero

Bambini e sport “freddi”: tutta salute, con qualche precauzione!



Arrivato l’inverno, ecco che arriva anche il momento di fare un po’ di vacanza, e con questa gli sport tipicamente invernali: lo sci, ilpattinaggio, lo slittino, le passeggiate all’aperto in montagna.

Inevitabilmente però i genitori di bambini ancora piccoli si fanno mille domande: “prenderà freddo?” “quanto lo devo coprire?” “come fare se suda? “ “quanto tempo può restare al freddo?”.  
Mille domande, mille dubbi, tante preoccupazioni. Ma è venuto il momento di sfatare le leggende e di dare qualche suggerimento per non temere l’inverno e sfruttare al massimo i benefici della stagione fredda.
Ecco qualche suggerimento che vale sia per i grandi che per i piccini, con la sola variante che i grandi sanno discernere i loro bisogni, mentre coi piccoli bisogna monitorare l’attività esposta alle temperature fredde.
 
  1. Prima di tutto: il freddo non è la causa del raffreddore. Il raffreddore è causato sempre dai batteri e dai virus che intaccano il sistema respiratorio nelle vie alte.
  2. Prima di uscire per l’attività sportiva: è importante aver ristabilito l’apporto energetico, perché al freddo si consuma di più. Senza esagerare però: perché l’organismo non deve essere rallentato da una digestione troppo laboriosa. Adottate quindi un pasto “normale” aggiungendo una buona spremuta d’arancia e una piccola quantità di cioccolato.
  3. Coprire le estremità del corpo: prestare molta cura nel coprire con indumenti appropriati mani e piedi: un bel paio di calzettoni di lana calda e un paio di guanti tecnici che trattengono il calore e sono chiusi ai polsi. E’ importante per “trattenere il calore” mentre si fa attività sportiva al freddo.
  4. Prepararsi con una fase di riscaldamento dei muscoli. Se si tratta di bambini, fate fare loro una piccola corsetta e qualche esercizio.
  5. Coprire la testa e il collo dei bambini con cappello e sciarpa a buona tenuta del calore, ma senza imbacuccarli troppo perché anche al freddo l’attività sportiva di un bambino e di un adulto produce molto calore. E’ importante non avere freddo ma neppure sudare e quindi aver voglia di spogliarsi. Quando dovete scegliere l’abbigliamento consigliatevi in un buon negozio specializzato.
  6. Non forzate la mano quando si tratta di bambini: se si divertono e se non si lamentano, lasciateli fare. Ma se manifestano espressamente di aver freddo e di esser stanchi, assecondateli: meglio procedere per piccoli passi.
  7. Durante l’attività sportiva, fate qualche pausa: almeno una ogni mezz’ora. Serviranno a prendere fiato, a riscaldarsi, a prendere una dose di energia. Tenete sempre in tasca una tavoletta di cioccolato e ne date un pezzetto ogni mezz’ora.
  8. Alla fine dell’attività sportiva, appena raggiungete casa, fate fare una bel bagno caldo al bambino: oltre a togliere sudore e indumenti freddi, servirà a rilassare e rimettere in sesto il regolare termoregolatore del corpo. Se possibile, poi, fate un bel massaggio con olio per il corpo sulle fasce muscolari.
  9. Se l’attività sportiva si è tenuta in uno spazio chiuso (per esempio una pista di pattinaggio e se la doccia è stata fatta in ambiente chiuso, assicurarsi prima di uscire all’aperto che i capelli siano perfettamente asciutti, così pure gli indumenti che fate indossare al bambino, comprese calze e guanti che avrete portato di ricambio.
  10. Se prevedete una attività sportiva lontana da casa portate sempre con voi una borsa con un ricambio completo: soprattutto i bambini che iniziano, a sciare o a pattinare, cadono spesso e si bagnano. E' importante che gli indumenti siano sempre asciutti, soprattutto quelli a contatto con la pelle come calze, guanti, sciarpa e cappello.
  11. Non forzate i bambini che iniziano una attività sportiva nel freddo: procedete con cautela e per piccoli passi. Se non si lamentano e si divertono significa che va tutto bene. Se manifestano disagio, invece, e se vi dicono di aver freddo non insistete. Iniziate con 15 minuti, portateli a fare passeggiate, poi pian piano prolungate il tempo fin quando saranno pronti per passare più tempo sulla neve o sulla pista di pattinaggio. 
  12. Ricordate sempre che per ogni cosa c'è un tempo. E che per quanto riguarda l'attività sciistica esiste una regola che è quella di non sottoporre un bambino inferiore a 5/6 anni ad attività vera e propria. Consigliatevi sempre con un buon istruttore che saprà consigliarvi i passi giusti da fare.
 

Arrivato l’inverno, ecco che arriva anche il momento di fare un po’ di vacanza, e con questa gli sport tipicamente invernali: lo sci, il pattinaggio, lo slittino, le passeggiate all’aperto in montagna. Inevitabilmente però i genitori di bambini ancora piccoli si fanno mille domande: “prenderà freddo?” “quanto lo devo coprire?” “come fare se suda?“ “quanto tempo può restare al freddo?”. Scopri i nostri suggerimentiper non temere l’inverno e sfruttare al massimo i benefici della stagione fredda.