Tempo Libero

INQUINAMENTO INDOOR: QUALI PERICOLI



Per quanto se ne parli poco, è proprio tra le mura domestiche o, comunque, negli ambienti chiusi (asili, scuole, palestre, uffici pubblici…) che si nascondono i principali responsabili dell’inquinamento e, di conseguenza, i principali responsabili di malattie alle vie respiratorie.
 
Principalmente, l’inquinamento indoor è causato dalla presenza di sostanze tossiche e nocive per la salute che provengono dalle fonti più disparate:
 

  • Vernici, finiture, colle, solventi per pareti e complementi d'arredo
  • Tappeti, moquette e tappezzerie
  • Prodotti detergenti per la casa
  • Prodotti della combustione (sigarette, camini, stufe, candele...)
  • Utilizzo di fornelli per cucinare
  • Profumatori per ambiente (compresi gli incensi)
  • Dispositivi elettronici (televisori, computer, stampanti, fax...)
  • Muffe
 
Soprattutto, quindi, se in casa ci sono neonati o bambini molto piccoli, con un sistema immunitario non ancora del tutto formato, è fondamentale che possano vivere in un ambiente sano contrastando, per quanto possibile, l’inquinamento domestico e la presenza di sostanze tossiche in casa.
 
COME PREVENIRE
La scelta delle finiture e delle vernici aiuta a migliorare la situazione, così come alcuni comportamenti virtuosi quali, per esempio, evitare di fumare negli ambienti chiusi e utilizzare detersivi atossici per la pulizia della casa.
Aprire le finestre, sbattere bene materassi e cuscini, cambiare spesso le lenzuola e spolverare i mobili (anche semplicemente con un panno inumidito in acqua) aiuta a prevenire allergie e problemi alle vie respiratorie.
 
  • Vernici
Tra le principali fonti di inquinamento domestico, al primo posto ci sono sicuramente le vernici e le colle, che spesso contengono sostanze tossiche che vengono immesse nell'aria ed entrano, così, a contatto con i polmoni. Il consiglio, quindi, in questo caso, è quello di utilizzare, sia per le pareti che per i mobili, vernici ad acqua o a basso contenuto di COV (composti organici volatili).
Ottime, a questo proposito, le vernici fotocatalitiche, una vera novità green ed ecologica in fatto di finiture per la casa, particolarmente indicate per tinteggiare le pareti delle stanze dei bambini e dei neonati soprattutto.
 
  • Fumo di sigaretta
Il fumo di sigaretta è un altro agente inquinante che produce danni più gravi in ambienti chiusi piuttosto che all'aperto. Andrebbe, quindi, evitato in tutte le stanze da letto (a maggior ragione in presenza di bambini) e confinato ai balconi e a eventuali giardini.
 
  • Detergenti e detersivi
Anche i detergenti utilizzati per le pulizie domestiche contengono spesso sostanze che, una volta rilasciate nell'aria, la rendono impura e pericolosa per la salute. Ecco perché, per ogni singolo prodotto, andrebbero lette con cura le etichette, abolendo o limitando l'uso di quelli che arrecano danno alla salute.

Sebbene se ne parli poco, l’inquinamento indoor è una delle principali cause di malattie alle vie respiratorie. Ecco dove si nascondono i pericoli e come contrastarli.