Tempo Libero

ALLERGIE E PASSEGGIATE DI PRIMAVERA



Una delle prime domande che una neomamma dovrebbe porsi in tema allergie è: un neonato può essere allergico?
La risposta è sì. Soprattutto se i genitori soffrono a loro volta di allergie, è molto probabile che anche i bimbi più piccoli possano sviluppare lo stesso problema.
Diagnosticare una forma allergica su un neonato non è particolarmente complicato. Anche perché i bebè presentano sintomi molto precisi, simili a quelli presentati dai bambini più grandi e dagli adulti, che si manifestano immediatamente quando il bambino è posto a contatto con gli allergeni presenti nell'aria (i sintomi tendono ad acuirsi, per esempio, dopo un temporale primaverile o estivo).
Intervenire immediatamente è fondamentale perché il naso chiuso può causare nel bimbo piccolo diversi disturbi, tra cui anche difficoltà a poppare con conseguente perdita di peso e problemi di sonno.

Se, quindi, il bimbo è allergico, come comportarsi? Va portato a spasso? Con quale frequenza? Con che accorgimenti?
Non c’è una regola, ma alcuni comportamenti corretti da seguire che possono diminuire l’impatto del problema sulla salute del bambino.

  • Evitate di tenere il bebè all’aperto nei momenti clou dell’impollinazione, allontanandolo, se possibile, dalle zone in cui questa è più attiva.
  • State lontani da parchi e zone verdi che, generalmente, rappresentano un problema per chi soffre di allergie.
  • Se ne avete la possibilità, portate il bambino al mare dove, in linea di massima, l’effetto dell’impollinazione è minore e il piccolo soffre meno.
  • Un aiuto per alleviare i sintomi dell’allergia, anche durante le passeggiate, è il lavaggio nasale del bimbo con soluzione fisiologica e, nei momenti di maggior crisi, una seduta di aerosol sempre utilizzando la soluzione fisiologica come liquido da inalare
  • Non fumate in macchina (nemmeno in assenza del bambino) e fate controllare i filtri dell’aria della vettura
  • Evitate di aprire le finestre nelle ore serali
 Il latte materno, spesso, aiuta a tenere al riparo il bimbo dalle allergie. Per questo è molto importante, laddove possibile, allattare il piccolo al seno il più a lungo possibile in modo da coadiuvare il corretto sviluppo del sistema immunitario. 

Bambini allergici e passeggiate di primavera. Come comportarsi per evitare che un gesto naturale come l’andare a spasso possa rappresentare un problema per il piccolo?