Salute

I RIMEDI DELLA NONNA CONTRO IL RAFFREDDORE



SALE CALDO CONTRO CATARRO E OTITI
È un rimedio talmente comune e funzionale che attualmente in commercio esistono cuscini riempiti con sale da scaldare nel microonde e che sembrano sortire gli stessi effetti di questo stratagemma antico utile per contrastare infiammazioni e infezioni.
Che il sale, fuori dalla tavola, sia un alleato prezioso della salute è, ormai, un dato di fatto. Prova ne è il proliferare dell’haloterapia come cura alternativa contro tosse e raffreddore nei bambini.
Anche a casa il sale può essere, quindi, facilmente impiegato per alleviare i sintomi di alcune delle più comuni patologie dell’infanzia e dare sollievo al bambino nei momenti di massima crisi.
È sufficiente scaldare il sale in una padella antiaderente e inserirlo, poi, in un canovaccio pulito in stoffa o in un calzino pesante. Diverse sono le funzioni:

  • In caso di otite, appoggiato sull’orecchio dolorante, diminuisce la sensazione di dolore attenuando il disturbo.
  • Appoggiato sul petto in caso di bronchite, favorisce la fluidificazione del catarro aiutando il bambino a espettorarlo meglio.
  • In caso di dolori muscolari, aiuta a diminuire i dolori.
  • Aiuta ad alleviare i sintomi della cervicale
 
LO ZENZERO: ELISIR DI BUONA SALUTE
Tantissimi sono i rimedi naturali a base di zenzero ritenuti ottimi contro le infezioni delle prime vie respiratorie.
Lo sciroppo allo zenzero, per esempio, preparto facendo bollire per 30 minuti una tazza d’acqua, due cucchiaini di zenzero fresco sminuzzati e 120 gr di miele, è considerato un ottimo rimedio contro il raffreddore.
Sempre a base di zenzero, come coaudiuvanti contro le affezioni alle vie respiratorie, sono i suffumigi realizzati con le tisane allo zenzero. Portate a ebollizione un litro d’acqua, aggiungete 6 cucchiai di zenzero fresco grattugiati, un pizzico di cannella e qualche goccia di limone. Versate in una bacinella e inalate per qualche minuto coprendo la testa con un asciugamano.
 
CIPOLLE DALLE MILLE VIRTÙ
Come lo zenzero, anche le cipolle sono considerate antibatterici utili per contrastare i fastidi dati da tosse e raffreddore.
Un tempo, per esempio, si usava tagliare una cipolla e lasciarla accanto al letto del piccolo ammalato per tutta la notte per aiutarlo a espettorare il catarro e respirare meglio il giorno successivo.
Sempre a base di cipolla, invece, è lo sciroppo contro tosse e raffreddore ottenuto semplicemente unendo in un vasetto una tazza di miele e mezza cipolla rossa tagliata a metà.
 
In tutti i casi, si tratta di sistemi naturali per alleviare i sintomi della malattia che non hanno, però, alcun potere terapeutico. Dovrà sempre essere il vostro medico curante a prescrivervi la cura migliore, indicata nel vostro caso.
 

Contro catarro, raffreddore, infezioni delle prime vie respiratorie, talvolta sembrano dare sollievo e migliorare la situazione i vecchi rimedi della nonna. Eccone alcuni. Da affiancare alle prescrizioni previste dal proprio pediatra.