Salute

I PRIMI DENTINI



I dentini da latte sono in tutto 20 (4 incisivi, 2 canini e 4 molari per arcata dentaria), si chiamano decidui e fanno la loro prima comparsa tra il quarto e il sesto mese di vita del bambino (non è una regola. Ci sono bambini di 12 mesi ancora completamente sdentati).
Normalmente, però, la crescita si completa intorno ai 24/30 mesi secondo un calendario di comparsa abbastanza standard.

  • gli incisivi centrali inferiori compaiono tra il 6° e l'8° mese e sono i primi a spuntare
  • gli incisivi centrali superiori spuntano tra il 7° e il 9° mese
  • gli incisivi laterali superiori a 8 - 10 mesi mentre gli incisivi laterali inferiori tra i 10 e i 12 mesi
  • primi molari a 12 mesi
  • canini tra i 18 e i 24° mesi
  • secondi molari intorno ai 2 anni e non oltre il 30° mese.
 I denti permanenti, di solito, non spuntano prima dei 6-7 anni. Ma anche in questo caso, ogni bambino ha i suoi tempi e non occorre allarmarsi se ciò dovesse verificarsi prima o dopo.

 PRIMI DENTINI: SINTOMI E DISTURBI
 
La comparsa dei primi dentini è spesso accompagnata da una serie di disturbi abbastanza tipici che potrebbero creare malessere e disagio nel bambino rendendolo insofferente, irrequieto, inappetente. Si tratta di fastidi passeggeri che non dovrebbero allarmare mamma e papà e che non necessitano di una visita pediatrica.
I sintomi sono spesso, infatti, abbastanza riconoscibili togliendo ogni dubbio su quale potrebbe essere la causa dei problemi:
  • Gengive gonfie e infiammate a causa della spinta del dentino. Per alleviare il dolore si può ricorrere a impacchi di malva oppure a massaggi sulla gengiva con creme e balsami specifici.
  • Aumento della salivazione come arma di difesa contro la sensazione di dolore provocata dal rigonfiamento della gengiva. Questo potrebbe causare irritazioni cutanee e arrossamenti dovuti al fatto che il bambino si tocca il viso con le manine bagnate di saliva. Sarà sufficiente asciugargli spesso le mani e la bocca con un panno pulito o con una spugnetta morbida.
 Il piccolo, poi, potrebbe diventare inappetente e non avere voglia di mangiare. Non forzatelo a finire tutta la pappa. Viziatelo un po' offrendogli cibi cremosi e morbidi ed evitate i piatti troppo caldi che acuiscono il dolore. Durante il giorno, poi, date al bambino qualcosa da mordicchiare (giocattoli in gomma, il succhiotto, sonagli…) evitando, però, di offrirgli il ciuccio imbevuto con zucchero o miele. Questa cattiva abitudine, infatti, è spesso la vera responsabile di episodi di carie in bimbi molto piccoli.
Anche il sonno potrebbe essere disturbato a causa del dolore causando irrequietezza e nervosismo nel bambino durante il giorno. Sconsigliata la somministrazione di farmaci. Meglio, invece, optare per un buon massaggio alle gengive prima di mettere a nanna il bebè, coccolandolo fino a quando non si addormenta. Il fastidio causato dalla dentizione, infatti, non dura più di qualche giorno dopodiché il piccino ricomincerà a dormire beatamente come prima.

COLLANE D’AMBRA CONTRO IL DOLORE?

Nel periodo della dentizione, molte mamme mettono intorno al collo del bambino collane d’ambra come anti-dolorifici naturali.
L’usanza è particolarmente diffusa nei Paesi dell’Est e solo da qualche anno ha preso piede anche da noi.
Sembra, infatti, che l’ambra sia in grado di esercitare proprietà terapeutiche che la rendono un analgesico naturale, calmante e antinfiammatorio.
La spiegazione “scientifica” sarebbe che questa pietra, chiamata anche l’oro del Nord, è in grado di interrompere i campi elettromagnetici, lenendo in questo modo le tensioni che si creano quando le gengive si gonfiano e trattenendo i liquidi. 
Inoltre, parrebbe che a contatto con un corpo caldo, l’ambra rilasci un acido, chiamato acido succinico, che assorbito dalla pelle ha proprietà analgesiche e antinfiammatorie.

Che sia vero o no, poco importa. Nel caso in cui, però, decidiate di far indossare al piccolo questo tipo di collana, abbiate l’accortezza di toglierla prima della nanna per evitare che il bambino, dormendo e muovendosi, possa strozzarsi.

Intorno ai sei mesi iniziano a spuntare i primi dentini da latte. Quali disturbi può causare la loro comparsa?