Salute

ANTIBIOTICI: QUANTO NE SAI?



Inutili di fronte a infezioni di tipo virale, gli antibiotici sono, invece, indispensabili quando il disturbo è causato da un batterio dal momento che, attualmente, sono gli unici medicinali in grado di agire in modo tempestivo ed efficace.
Acquistabili solo sotto prescrizione medica (è necessario, quindi, che sia il pediatra a prescriverli) vanno somministrati seguendo esattamente le indicazioni fornite dal medico e, per evitare di sviluppare resistenze al farmaco, vanno somministrati al bambino per tutto il periodo indicato senza interruzioni.
Ecco, dunque, nel dettaglio alcuni consigli:
 
 
COME SI PREPARANO
La maggior parte degli antibiotici in forma di sciroppo, vanno preparati prima della somministrazione aggiungendo acqua nelle giuste quantità alla sospensione in polvere presente nel flacone.
Generalmente, sulla bottiglia è indicata la tacca di riferimento per il dosaggio. Altrimenti leggete il foglietto illustrativo per sapere la quantità esatta da aggiungere.
Dopo la preparazione e, comunque sempre prima delle somministrazione, agitate il flacone in modo che il principio attivo non si depositi sul fondo, ma si distribuisca in tutto lo sciroppo.
 
COME SI SOMMINISTRA
Normalmente, nella confezione è indicato quando deve essere dato l'antibiotico al bambino: a stomaco vuoto (il bimbo deve essere a digiuno da almeno due ore e non deve mangiare per l'ora successiva); a stomaco pieno (immediatamente dopo i pasti per evitare che il farmaco venga a contatto con la mucosa gastrica irritandola); non c'è scritto nulla (è indifferente).
È, comunque, il pediatra che deve indicarvi nella ricetta dosi e tempi che vanno rispettati per evitare che il piccolo possa diventare antibiotico-resistente.
È molto importante, infatti, che anche qualora il bambino risulti perfettamente guarito, la somministrazione prosegua per tutto il tempo indicato dal pediatra (in generale, 7/10 giorni) e con gli intervalli di tempo prescritti (2 volte al giorno ogni 12 ore, 3 volte al giorno ogni 8 ore).
Se il bambino dovesse vomitare immediatamente dopo la somministrazione, ridategli l’antibiotico. Il tempo perché la medicina entri in circolo, infatti, è di circa mezz’ora.
Per la somministrazione ai neonati, è possibile utilizzare una siringa oppure servirsi degli appositi mini-biberon molto utili per dare i medicinali ai bambini piccoli.
 
COME SI CONSERVA
Una volta aperto, l’antibiotico va conservato in frigorifero per un periodo non superiore alla settimana. Non date mai a un bambino un antibiotico rimasto aperto per lungo tempo o scaduto.

Indispensabili per combattere tantissime malattie di origine batterica, gli antibiotici necessitano di alcuni accorgimenti sia nella preparazione che in al momento della somministrazione e conservazione.