Salute

AEROSOL: QUANDO USARLO



L’aerosol consiste in una sospensione nell'aria di particelle solide e liquide e viene spesso prescritto come terapia inalatoria efficace, che consente di portare il farmaco esattamente dove serve senza dispersione.
Insieme ai lavaggi nasali, che andrebbero effettuati frequentemente fino a quando il bambino non è in grado di soffiarsi il naso da solo, è lo strumento consigliato per contrastare tosse e raffreddore, con risultati ottimi anche se usato esclusivamente con la soluzione fisiologica.
 
Vantaggi dell’aerosolterapia:

  • Consente di diminuire le dosi del farmaco utilizzato mantenendo, però, la medesima efficacia di azione
  • Diminuisce gli effetti collaterali del farmaco
  • Ha un’azione più rapida
  • Permette il rilascio del farmaco direttamente sull’organo interessato
Nebulizzatori: caratteristiche e impiego
Esistono fondamentalmente due tipi di nebulizzatori:
  • a ultrasuoni: sono più potenti e hanno tempi di erogazione più bassi. Presentano, però, lo svantaggio di aumentare la temperatura della sospensione/soluzione nell’ampolla causando spesso la degradazione del farmaco stesso. Inoltre, sono piuttosto costosi e fragili, cosa che, per esempio, va valutata al momento dell’acquisto se devono essere utilizzati dai bambini.
  • a compressione: sono abbastanza potenti e maneggevoli e anche se necessitano di tempi di nebulizzazione più lunghi e richiedono la diluizione delle sostanze in soluzione fisiologica, sono preferibili a quelli a ultrasuoni.
Consigli d’acquisto e d’uso:
  • L’apparecchio scelto deve essere maneggevole, resistente anche in mano a un bambino e deve consentire l’erogazione di tutti i farmaci normalmente prescritti per l’aerosolterapia.
  • Il boccaglio serve normalmente per raggiungere le basse vie aeree
  • Se il bambino è molto piccolo o poco collaborativo, è consigliabile utilizzare la mascherina che risulta essere meno fastidiosa.
  • Sia il boccaglio che mascherina devono essere della giusta misura in modo da aderire perfettamente al viso ed evitare che il farmaco venga disperso rendendo inutile la terapia stessa
  • Gli accessori e l’apparecchio devono essere tenuti sempre puliti e vanno igienizzati dopo l’uso
  • Durante la somministrazione dell’aerosol, potrebbe essere necessario intrattenete il bambino in modo che non pianga. Durante il pianto, infatti, i bambini respirano in modo convulso impedendo alla sospensione di arrivare ai polmoni.

In caso di raffreddore o infezioni alle vie respiratorie, l’aerosol rappresenta un ottimo strumento di cura. Ecco come e quando utilizzarlo.