Pappa

10 REGOLE PER UN’ALIMENTAZIONE SANA SIN DALLA CULLA



Già dalle prime poppate è possibile inculcare nei bambini alcune “regole alimentari” che li aiuteranno, poi, ad avere un buon rapporto con il cibo, un’alimentazione sana ed equilibrata e la voglia di sperimentare cose nuove senza fossilizzarsi sempre sugli stessi gusti e le stesse consistenze.
 

  1. ALLATTAMENTO AL SENO FINO AI 12 MESI
La migliore alimentazione per il bambino nei primi mesi di vita è senz’altro costituita dal latte materno, ricco di tutti i micro-nutrienti di cui il piccolo ha bisogno all’inizio della sua vita per crescere forte e sano. Il consiglio è, laddove possibile, di prolungare l’allattamento al seno ben oltre lo svezzamento e, comunque, almeno fino ai 12 mesi del bimbo.
 
  1. NIENTE LATTE VACCINO FINO AI 12 MESI
Per l’elevato contenuto proteico, il basso apporto di ferro e la presenza del lattosio che lo rende poco digeribile e fortemente allergizzante, anche nei bambini allattati con il biberon, si sconsiglia caldamente l’introduzione del latte vaccino prima dei 12 mesi.
 
  1. INTRODUZIONE DELL’ALIMENTAZIONE COMPLEMENTARE A PARTIRE DAI 6 MESI
Lo svezzamento, o alimentazione complementare, dovrebbe iniziare intorno ai sei mesi. Ogni pediatra ha le sue indicazioni e la sua tabella di introduzione degli alimenti (c’è chi inizia con la merenda e le pappe dolci e chi preferisce optare per le pappe salate e il pranzo). C’è chi, poi, preferisce optare per l’autosvezzamento abituando il bambino a mangiare sin da subito tutto gli alimenti che mangiano mamma e papà.
 
  1. NIENTE ZUCCHERI AGGIUNTI
Questa regola vale sempre, anche con i bambini più grandi: il consumo di zucchero e dolci andrebbe limitato e i piccoli andrebbero abituati al sapore vero degli alimenti senza che questi vengano edulcorati artificialmente (niente zucchero, quindi, nel latte del mattino, nella macedonia o nella frutta…)
 
  1. NIENTE SALE
Niente sale aggiunto per lo meno nei primi anni di vita del bambino. Non solo, infatti, il sale è dannoso per la salute, ma induce ad abitudini alimentari sbagliate sin dall'infanzia.
 
  1. CORRETTO BILANCIAMENTO TRA PROTEINE ANIMALI E VEGETALI
A meno che il bambino non segua un’alimentazione vegana o vegetariana, il bilanciamento proteico tra alimenti ricchi di proteine animali (carne, formaggio, pesce, uova) e alimenti ricchi di proteine vegetali (legumi, soya…) andrebbe sempre garantito. Si sconsiglia, poi, di mischiare tra loro le proteine (carne + formaggio; uova + legumi…) e di alternare gli alimenti per una dieta completa ed equilibrata.
 
  1. ABBONDANZA DI FRUTTA FRESCA E VERDURA NELLA DIETA QUOTIDIANA
Sin dalle prime pappe abituate i bambini a mangiare frutta e verdura di stagione evitando di aggiungere sale o zuccheri per migliorare il sapore degli alimenti.
 
  1. NIENTE SUCCHI DI FRUTTA E BEVANDE GASATE NELLA DIETA DI TUTTI I GIORNI
Sebbene sulle bevande gassate siano tutti concordi che andrebbero eliminati dalla dieta di tutti i giorni, sui succhi di frutta esiste ancora qualche dubbio e molte mamme sono convinte di fare il bene dei bambini dando loro il cartoccino di succo.
In realtà, si tratta di alimenti non buoni dal punto di vista nutrizionale e troppo ricchi di zuccheri aggiunti per non essere dannosi per la salute del bambino. Piuttosto, preferite una macedonia, un centrifugato di frutta fresca, un frullato…
 
  1. SI A UNA BUONA PRIMA COLAZIONE
Abituate i bambini a fare una buona colazione sin da subito dando a questo pasto l’importanza che merita. Niente colazioni frettolose, quindi, con il latte bevuto (magari dal biberon) mentre si guarda la TV o si fa altro: ci si siede a tavola e si mangia con calma, a costo di doversi svegliare 10 minuti prima.
 
  1. NO AL CIBO COME RICATTO O RICOMPENSA
Il cibo non deve essere usato come forma di ricatto o di ricompensa né deve diventare una merce di scambio o il terreno di una lotta. Sin dallo svezzamento, quindi, da evitare aeroplani, trenini, inseguimenti con il cucchiaino in giro per la casa, bambini seduti a mangiare davanti alla televisione... SI stabilisce un tempo, se il bambino mangia in quel lasso di tempo bene, altrimenti si sparecchia e si propone al piccolo lo stesso cibo al pasto successivo. Senza che questo venga vissuto come punizione. Vietati, poi, tutti i premi in caramelle, cioccolatini....

A mangiar bene si impara sin dalla nascita. Ecco alcuni consigli per dare al bambino sin da subito delle buone regole alimentari.