Pappa

Il bambino inappetente



Perchè un bambino può giungere a rifiutare il cibo? Le ragioni di tale comportamento possono essere le più svariate, tra cui le più comuni sono:

  • sazietà (talvolta non compresa da genitori che valutano la quantità del consumo alimentare secondo criteri del tutto personali) oppure mancanza effettiva di appetito (intervallo troppo breve tra due pasti, ritmi alimentare frammentari oppure pasto precedente sovrabbondante)
  • uno stato di malessere, per esempio legato a un’infezione respiratoria o intestinale
  • scarsa o mancata accettazione della consistenza o del sapore del piatto proposto
  • ritorsione o capriccio, soprattutto nei casi in cui il cibo acquista una valenza di investimento affettivo
Il più delle volte l’ inappetenza non costituisce un problema serio: se il bambino cresce in maniera regolare (il che non significa necessariamente ai valori superiori ma secondo una propria curva di crescita) non c’è ragione di preoccuparsi. Maggiore attenzione meritano invece casi di infezioni ricorrenti, che, oltre a ridurre l’appetito, possono anche favorire una deplezione di ferro.
Consigli pratici
L’approccio dovrebbe essere mirato alla ragione del comportamento, che sarebbe opportuno per prima. In linea generale:
  • non forzare il bambino a finire il cibo nel piatto, preparando porzioni piccole
  • responsabilizzare il bambino nella propria scelta di mangiare o no, senza proporgli alternative (per esempio biberon di latte a breve distanza dal pasto rifiutato); dopo l’anno d’età evitare una totale regressione alle pappe in caso di apparente rifiuto di cibi solidi
  • evitare la monotonia alimentare, proponendo sempre i piatti graditi dal bambino soltanto per il gusto di vederlo mangiare: la dieta deve essere variata, completa ed equilibrata
  • consultare il pediatra per valutare l’opportunità di eventuali integrazioni dietetiche
  • nel caso in cui il rifiuto riguardi un particolare alimento, magari in precedenza anche molto gradito, provare a riproporlo dopo 1-2 settimane
  • promuovere il rapporto del bambino con il cibo, coinvolgendolo in cucina, nella spesa e nella preparazione della tavola

Perchè un bambino può giungere a rifiutare il cibo? Le ragioni di tale comportamento possono essere le più svariate...